La storia

 

Su

 

Professor CLARA Giancarlo

Il Professor Clara con la Professoressa Maria Odino

Allievi del Liceo Scientifico  Tecnologico Amaldi 

Allievi I.T.I. Amaldi

Nel territorio del Distretto Scolastico 34 da anni è viva la collaborazione tra Enti ed Istituzioni per diffondere presso i giovani e la popolazione tutta, la conoscenza relativa agli avvenimenti che hanno funestato la parte 

Proprio ad Orbassano le rappresaglie contro i Partigiani furono particolarmente accanite come peraltro in tutta la Val Sangone. Il coinvolgimento  tra l’Istituto Amaldi, il Comitato Resistenza del Colle del Lys e l’ANED (Associazione Nazionale ex deportati) ha storia antica. Sono stati frequenti gli interventi del Sig. Giuseppe Berruto, testimone privilegiato, sia nelle classi che in momenti assembleari. La nostra scuola ha sempre fatto parte della Consulta Socio-Culturale promossa dal Comune di Orbassano ed ha quindi partecipato a tutte le manifestazioni in commemorazione sia del 4 novembre che del 25 aprile.

Già nell'anno scolastico 1998/99 l'Istituto Amaldi ha realizzato un Progetto di Storia avvalendosi della collaborazione di due esperti  che sono intervenuti su alcuni aspetti della Seconda Guerra Mondiale conducendo, il prof.Clara, una conferenza sulle strategie e tattiche adottate dalle varie nazioni in conflitto ed il sig. Berruto una conferenza - dibattito sulla deportazione, inoltre alcuni studenti hanno potuto assistere alla rappresentazione di "La vita Offesa" presso l'ITC Sraffa di Orbassano.Nell'anno scolastico 1999/2000 la scuola aderisce al progetto ministeriale (Legge 411/98) "Il 900. I giovani e la memoria " destinato agli studenti, nato dall'invito  del  Presidente della Camera, on. Luciano Violante. Nonostante il progetto non abbia fruito di alcun finanziamento, sono state riproposte a tutto l'Istituto due conferenze, una tenuta dal prof. Clara sugli aspetti  ideologici  del Nazismo e l'altra proposta dal sig. Berruto e dal sig. Moret sulla loro esperienza  nei Campi di Concentramento. I due Esperti hanno utilizzato il filmato originale che viene trasmesso durante le visite al Lager di Dachau; inoltre  tre classi del Liceo hanno partecipato al viaggio d'istruzione a Monaco con visita a Dachau ed al relativo sottocampo, nonché alla fortezza di Ulm. Gli studenti, al rientro, hanno prodotto delle riflessioni scritte, accompagnate da cospicuo materiale fotografico, reperibile sul sito Internet della scuola.Anche per l'a.s.2000/2001 si è pensato di riproporre il Progetto di Storia riproponendo le attività preparatorie consistenti nelle conferenze del Prof. G. Clara sugli aspetti ideologici del totalitarismo nazista e del Sig.G. Berruto sulla deportazione nei Lager.La vigilia del 25 Aprile alcune classi  hanno assistito alla rappresentazione teatrale allestita da allievi del Dams presso il Rifugio antiaereo di Piazza Risorgimento a Torino dopodichè si sono recati attraverso le vie del Borgo Vecchio Campidoglio presso il Sacrario del Martinetto per assistere ad una toccante Cerimonia commemorativa.Le Classi si sono recate presso il Comune di Rivoli dove hanno assistito alla presentazione del libro di G.Berruto e V.Morello "Achtung ! Dachau".Il viaggio all'estero  è stato effettuato a Vienna e ha incluso la visita, guidata da un ex deportato , ai lager di Mauthausen,Gusen ed Ebensee.A conclusione del progetto gli allievi si sono recati nelle zone della Resistenza presso il Colle del Lys e hanno reso omaggio ai Martiri nonché partecipato ad una cerimonia commemorativa al termine della quale hanno scoperto la targa dell'Istituto di Istruzione Secondaria "E. Amaldi".Nell'a.s.2001/2002 è stato ancora riproposto il progetto con la collaborazione del prof. G. Clara e del sig. G. Berruto e del Comitato Colle del Lys .Il viaggio di istruzione  è stato realizzato con la collaborazione del Ginnasio Blaubeurem di Ulm  nonché con i responsabili del Museo e Lager di Dachau..E'stata inoltre visitata la città di Monaco con il suo rinomato Museo della Scienza e della Tecnica e sulla via del ritorno  vi è stata una fermata ad Innsbruck.Nell'a.s.2002/03 ancora sono state riproposte le confernze del prof.Clara e del sig. Berruto  in preparazione del viaggio a Berlino e ai campi limitrofi .E' stato realizzato un laboratorio teatrale in collaborazione con l'Associazione Arte Media per la regia di Pietro Nevolo liberamente tratto dall'opera di Vercors "Il silenzio del mare" che per il successo ottenuto sarà riproposto anche negli anni a venire.Ulteriori visite sono state effettuate alle Carceri Le Nuove di Torino  e al Sacrario del Martinetto nonchè ai Luoghi della Resistenza con i partigiani dell'Anpi presso il colle del Lys.Vi è  stato infine uno scambio culturale con il Liceo Blaubeuren i cui alunni sono stati accolti dal nostro Liceo per alcuni giorni.Nell'a.s. 20003/4 si sono svolte le seguenti attività:conferenze di G.Clara sul totalitarismo nazista e di G:Berruto sulla deportazione ,partecipazione alla festa del Libro patrocinata dal Comune di Orbassano  e presentazione del libro "Deo e i cento Cremonesi in Val di Susa" con la partecipazione dell'Autore Kiro Fogliazza.Il laboratorio teatrale coordinato dal regista Pietro Nevolo  ha presentato due spettacoli teatrali  liberamente tratti dal testo di Vercors "Il silenzio del mare".Una giornata dedicata a Padre Ruggero Cipolla è stata realizzata presso l'ITC Sraffa dal prof.Tagliente,ancora in collaborazione con il medesimo Istituto e con il Comune di Orbassano mattinata dedicata alla commemorazione di Giovanni Palatucci.Il viaggio d'istruzione è stato svolto a Mauthausen con il sig.Ferrero appartenente all'ANED.Ci si è infine recati con le classi che hanno partecipato al progetto presso il Colle del Lys per visitare insieme ai partigiani i luoghi della resistenza.Nell'anno scolastico 2004/5 sono state svolte le seguenti attività:visita al Carcere Le Nuove e conferenza del prof. F.Tagliente sul Museo diffuso della Resistenza.Intervento del reduce G. Ferrero per il giorno della Memoria al fine di non dimenticare le vittime civili di guerra e l'Olocausto.   In preparazione dei viaggi d'istruzione si sono svolte le tradizionali  conferenze sugli aspetti esoterici del totalitarismo nazista a cura dello storico G.Clara  e sulla deportazione tenuta dal membro dell'  ANED sig.  G.Ferrero (guida esperta ai Lager di Auschwitz,Mauthausen ed Ebensee)Il primo viaggio d'istruzione è stato organizzato ad Auschwitz per la ricorrenza del Sessantesimo anniversario della Liberazione  e vi è stata la partecipazione oltre ad alcune classi del Liceo "E.Amaldi" anche del Dirigente Scolastico prof. Paolo Nota e del Sindaco di Orbassano Carlo Marroni. Secondo viaggio a Mauthausen con classi del Liceo scientifico e tecnologico.Un terzo viaggio svolto da alcune classi dell'ITI presso la Risiera di San Sabba a Trieste.Gli allievi al ritorno hanno fornito del materiale riguardo alle esperienze vissute, taluni tramite riflessioni scritte ,altri hanno offerto documentazioni fotografiche  che si possono trovare sul sito.Altro momento toccante è stato lo spettacolo teatrale "Il silenzio del mare " liberamente tratto da Vercors  rappresentato dagli allievi dell'Amaldi  presso il Centro Culturale del Comune di Orbassano in via dei Mulini 1 il giorno 26 aprile 2005.Il progetto  è terminato con la visita al Colle del Lys che ha visto anche la partecipazione attiva di alcuni ex allievi che sono entrati a far parte del Comitato e che già l'8 settembre si erano recati al Colle per partecipare alla commemorazione. Nell'a.s.2006/2007 è stato ancora riproposto il progetto "Il '900.I giovani e la Memoria" con la collaborazione dello storico  prof. G. Clara , del sig. G. Ferrero (ex deportato al Lager di Mauthausen ) e del Comitato Colle del Lys.I viaggi di istruzione  sono stati realizzati con la collaborazione dell’ANED. E’  stata inoltre visitata la città di Vienna  durante il viaggio di istruzione   al  Campo di Concentramento di Mauthausen e al sottocampo di Ebensee dove il Sig.Ferrero ha accompagnato Le Classi IV M del Liceo Scientifico e IV BT del Liceo Tecnologico rispettivamente con le insegnanti Marino e Minatoli.E^    In occasione della Commemorazione del sessantesimo anniversario della Repubblica è stato realizzato per la regia di Cristiana Maffucci lo spettacolo teatrale liberamente tratto dal libro di Kiro Fogilazza“ Deo e cento cremonesi”   con la recitazione di alcuni allievi dell’Amaldi, presso il Centro Culturale del Comune di Orbassano in Via dei Mulini 1. In collaborazione con  con i docenti dell’ I.T.C. Sraffa  è stato aggiornato il  sito realizzato lo scorso anno intitolato www.teatromemoriavita.it Gli istituti superiori Amaldi e Sraffa insieme per il giorno della Memoria hanno commemorato il giorno dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz con letture e canti, che hanno rievocato quegli avvenimenti assurdi e dolorosi nell' auditorium dello Sraffa, intitolato al compianto Beppe Berruto, la cui attività proprio sulla memoria dei lager tanto lo ha legato agli allievi delle due scuole superiori orbassanesi. I ragazzi hanno proposto al pubblico «un momento di riflessione sul significato della Memoria, da cui nessuna generazione, anche la più libera e distante dal periodo della barbarie nazista, può considerarsi esonerata».Assenti per motivi di salute Marisa Scala e Giorgio Ferrero, importanti testimoni di quegli avvenimenti, che appena ristabiliti sono tornati a lavorare con gli studenti delle due scuole ai progetti sulla Memoria.Lo spettacolo è stato ripetuto due volte nella mattinata e una di sera presso la Chiesa del Carmine a Piossasco In apertura, dopo un' introduzione della dirigente scolastica Chiara Bertani, l'intervento del sindaco Carlo Marroni, che ha ribadito la sua disponibilità a partecipare con i ragazzi ai viaggi e alle iniziative per la Memoria previsti dai due istituti. Presenti anche ìl preside dell' Amaldi,Paolo Nota, ed esponenti del Comitato Col del Lys, mentre le professoresse Fernanda De Giorgi e Maria Odino sono salite sul palco per introdurre, rispettivamente, gli studenti dello Sraffa e dell' Amaldi, che hanno presentato letture e cantiIn occasione del 25 Aprile gli allievi delle classi quinte si sono recati presso il rifugio antiaereo di piazza Risorgimento a Torino dove lo storico prof. G. Clara ha tenuto all’interno del rifugio una suggestiva lezione sui bombardamenti a Torino.Ci si è poi recati al Sacrario del Martinetto dove dopo un’ ulteriore spiegazione dello storico sulla Resistenza si è assistito alla rappresentazione del processo e della fucilazione dei martiri partigiani mirabilmente allestita dalla Accademia dei Folli,compagnia di musica-teatro di Torino Gli allievi per terminare il progetto  si sono  infine recati nelle zone della Resistenza presso il Colle del Lys e hanno reso omaggio ai Martiri nonché partecipato ad una cerimonia commemorativa con canti tipici della Resistenza preparati insieme allo storico G.Clara al termine della quale hanno  deposto un mazzo di fiori presso il monumento ai caduti.Anche di fronte alla ricostruzione del Lager di Dachau realizzata dal carissimo e mai dimenticato Beppe Berruto,il sig. Ferrero ha voluto ricordare agli allievi la tragica esperienza vissuta dai deportati. Nell'a.s.2007/2008 è stato ancora riproposto il progetto "Il '900.I giovani e la Memoria" con la collaborazione del partigiano Guido Carbi, del sig. G. Ferrero (ex deportato al Lager di Mauthausen ) e del Comitato Colle del Lys.I viaggi di istruzione  sono stati realizzati con la collaborazione dell’ANED. E’  stata inoltre visitata la città di Vienna  durante il viaggio di istruzione   al  Campo di Concentramento di Mauthausen e al sottocampo di Ebensee dove il Sig.Ferrero ha accompagnato alcune classi del Liceo Scientifico e.E’stato poi effettuato un altro viaggio per  altre  classi quinte,  sempre con il Sig.Ferrero a Berlino e ai Lager, che ha visto la partecipazione anche del Dirigente Scolastico prof. Paolo Nota .Il laboratorio teatrale del progetto “Il’900.I giovani e la Memoria” dell’Amaldi ha presentato per commemorare il 27 gennaio uno spettacolo tratto dal libro “Achtung Dachau”di Berruto-Morello -Tagliente per la regia di C. Maffucci ,che ha visto la partecipazione delle Autorità dei co-autori e della Sig.ra Marisa moglie di Berruto.  In collaborazione con  con il tecnico dell’ I.T.C. Sraffa  è stato aggiornato il  sito realizzato lo scorso anno intitolato www.teatromemoriavita.it Inoltre sempre per il giorno della Memoria gli allievi hanno ricordato l'abbattimento dei cancelli di Auschwitz con letture e una conferenza del Sig. Giorgio Ferrero, importante testimone delle atrocità dei Lager.In occasione delle commemorazioni per il 25 aprile  è stato realizzato per la regia di Cristiana Maffucci lo spettacolo teatrale liberamente tratto dal libro di Kiro Fogilazza“ Deo e cento cremonesi”   con la recitazione di alcuni allievi dell’Amaldi presso la struttura teatrale “Il Mulino” di Piossasco.Il giorno 24 Aprile gli allievi delle classi quinte e delle tre quarte partecipanti al progetto si sono recati presso il Martinetto a Torino dove lo storico prof. G. Clara ha tenuto una suggestiva lezione sui bombardamenti alla città nonchè sulla Resistenza.Successivamente sono entrati all’interno del Sacrario dove hanno potuto  assistere alla rappresentazione del processo e della fucilazione dei martiri partigiani mirabilmente allestita dalla Accademia dei Folli,compagnia di musica-teatro di Torino Gli allievi per terminare il progetto  si sono  infine recati nelle zone della Resistenza presso il Colle del Lys e hanno reso omaggio ai Martiri nonché partecipato ad una cerimonia commemorativa con canti tipici della Resistenza preparati insieme ad ex allievi , poi con il  Sig .Ferrero e il partigiano Guido Carbi hanno  deposto un mazzo di fiori presso il monumento ai caduti.Anche di fronte alla ricostruzione del Lager di Dachau realizzata dal carissimo e mai dimenticato Beppe Berruto,abbiamo voluto ricordare agli allievi la tragica esperienza vissuta dai deportati.Infine ,nel pomeriggio è stato visitato un monumento dedicato dai partigiani alla popolazione di Favella. Nell’anno scolastico 2008/2009 è stato ancora riproposto il progetto come negli anni precedenti ,l’unica novità ha riguardato il viaggio d’istruzione che è stato effettuato a Praga dove la visita della città ha comportato una speciale attenzione alla visita delle due Sinagoghe al Museo ,al suggestivo Cimitero al quartiere ebraico;una intera giornata è stata poi dedicata al Lager di Therezin e ai forni crematori,dove il sig. Ferrero ha spiegato ai ragazzi la sua tragica esperienza. Nell'a.s.2009/2010 è stato ancora riproposto il progetto "Il '900.I giovani e la Memoria" con la collaborazione dello storico  prof. G. Clara , del sig. G. Ferrero (ex deportato al Lager di Mauthausen ) e del Comitato Colle del Lys.I viaggi di istruzione  sono stati realizzati con la collaborazione dell’ANED. I viaggi d’istruzione sono stati effettuati in diverse mete:Auschwitz,Muthausen con il Sig Ferrero e accanto a queste mete tradizionali ne è stata aggiunta un’altra,la Normandia dove sono stati visitati  i luoghi dello sbarco nonché i cimiteri americano e tedesco  In occasione del giorno della Memoria  è intervenuto il Sig. Ferrero.In occasione del 25 Aprile gli allievi delle classi quinte e della quarta partecipanti al progetto si sono recati presso il rifugio antiaereo di piazza Risorgimento a Torino dove l’Accademia dei Folli ha tenuto una rappresentazione teatrale molto suggestiva:”La vita infranta”,poi all’interno del rifugio gli allievi hanno potuto assistere allo spettacolo “Per chi suona la sirena”.Sempre per quanto  concerne l’attività teatrale gli allievi hanno partecipato allo spettacolo “Storia partigiana”tratto dal libro sul Sig.Ferrero e realizzato dal laboratorio della scuola allestito dalle prof.sse Ventura e Rizzotti  Gli allievi per terminare il progetto  si sono  infine recati nelle zone della Resistenza presso il Colle del Lys con il partigiano Guido Carbi e hanno reso omaggio ai Martiri nonché partecipato ad una cerimonia commemorativa con canti tipici della Resistenza preparati insieme allo storico G.Clara,il quale ha tenuto anche una conferenza sulle conseguenze della resistenza, al termine della quale hanno  deposto un mazzo di fiori presso il monumento ai caduti.Anche di fronte alla ricostruzione del Lager di Dachau realizzata dal carissimo e mai dimenticato Beppe Berruto,abbiamo voluto ricordare agli allievi la tragica esperienza vissuta dai deportati.

 

  Articolazione